• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • Home
  • Comunità educativa per minori "I Girasoli" - Mestre

Comunità educativa per minori "I Girasoli" - Mestre

Nel 1988 una realtà presente nel territorio della Diocesi di Venezia, l’Associazione “Centro S. Maria Mater Domini onlus”, dava vita a numerose iniziative rivolte ai minori e alle famiglie in situazione di disagio: accanto ai tre consultori diocesani, venivano creati due Centri specializzati per bambini e famiglie in difficoltà affiancati da una équipe clinica composta da psicologi psicoterapeuti familiari, e da un Centro Studi, ricerche e formazione sui temi del disagio minorile.

Una di queste iniziative è la comunità I Girasoli, che nasce nel 1997 con il nome di Centro Anti Abuso (CAA), e accoglie minori dai 0 ai 18 anni vittime di abuso.

Fin dall’inizio il progetto punta su aspetti fortemente innovativi, quali la presa in carico del bambino insieme alla famiglia (genitori, nonni o altri parenti) per valorizzarne le risorse, la durata breve dell’inserimento, il lavoro parallelo tra educatori e psicoterapeuti, l’attività di sensibilizzazione e formazione sul territorio, la consulenza con il Tribunale per i Minori.

Nel 2003 la Comunità I Girasoli, assieme alla Comunità Le Margherite, si distacca dall’Associazione Santa Maria Mater Domini dando vita alla Fondazione Materdomini CTB (Centro Tutela del Bambino).

La Regione Veneto premia nel 2004 questo patrimonio di competenze con il Progetto “Germoglio”, che viene finanziato dalla Regione fino al 2013, e che riconosce la Fondazione Materdomini come centro interprovinciale di prevenzione, protezione e cura per bambini, ragazzi e famiglie.

Il 31/01/2013 avviene la fusione per incorporazione della Fondazione Materdomini – CTB Onlus all’interno della Fondazione di Religione Opera Santa Maria della Carità nel suo ramo onlus, denominato Materdomini CTB.

Oggi la Comunità I Girasoli è un servizio che può accogliere fino a 8 minori, maschi e femmine, di età compresa tra i 6 e i 18 anni, in presenza di apposito decreto del Tribunale per i Minorenni o comunque su richiesta del Servizio sociale inviante.

Il minore viene accolto in comunità previo contatto da parte del Servizio inviante al coordinatore responsabile della comunità. Al Servizio viene richiesto di inviare una relazione riassuntiva del caso, perché possa essere valutato l’inserimento in modo preliminare da una équipe composta dai responsabili delle strutture, dagli psicoterapeuti dell’Area Minori di Opera e da alcuni educatori membri delle équipe. Il gruppo così composto ha lo scopo di valutare la richiesta di inserimento del Servizio e, nel caso, quale tra le Comunità residenziali dell’Area Minori sia la più idonea ad accogliere il minore.

Per ogni minore accolto l’équipe educativa Girasoli provvede a redigere un Progetto Educativo Individualizzato (PEI) che, a partire dall'analisi dei bisogni del minore, individua per ogni macro area di intervento (biologico-psicofisica, socio-relazionale, dello sviluppo personale) degli obiettivi e dei relativi indicatori o "comportamenti bersaglio" che sono i comportamenti attesi dall'utente.

L’équipe educativa è composta dal coordinatore del servizio e dagli educatori.

Tutti i servizi per minori della Fondazione possono beneficiare anche del supporto di uno psicologo psicoterapeuta, che affianca l’équipe sugli aspetti clinici e interviene con i minori qualora il Servizio lo richieda. A disposizione di tutti i servizi dell’Area Minori di Opera, è presente a Villa Elena una stanza con specchio unidirezionale per i colloqui protetti, che saltuariamente viene messa a disposizione dell’équipe multi provinciale del Centro Regionale di riferimento per l’abuso e il maltrattamento su minori e dal Tribunale per i Minorenni di Venezia o di altri soggetti privati accreditati del territorio.

Gli ospiti sono accolti in locali situati al primo piano di una villa che si trova all’interno di un ampio parco; i minori hanno a loro disposizione stanze doppie con bagno che possono personalizzare secondo i loro gusti e preferenze. La Comunità ha inoltre un’ampia zona giorno composta da cucina abitabile, salotto e una sala studio.

I minori accolti possono sperimentare un contesto di vita simile a quello familiare dove le figure educanti dell’équipe provvedono a dare risposta ai loro bisogni di vita, di socialità, di relazioni, di salute e anche di affetti sempre tenendo presenti gli obiettivi che il Progetto Educativo prevede per ciascun minore.

La retta giornaliera per l’accoglienza del minore in comunità è a carico del Servizio inviante.

 

Contatti

Indirizzo: Via Castellana, Mestre (VE)

Tel. 041 938047

Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Coordinatrice responsabile della Comunità: dott.ssa Giada Scaranello

Opera Santa Maria della Carità

Sede legale e amministrativa:
San Marco, 1830 - 30124 Venezia

Telefono: 041 3420511
Fax: 041 3420512